Inmatica si aggiudica la gara INPS “Servizi di Sviluppo applicativo”, Lotto 3 “Funzioni di supporto al funzionamento e trasversali”

La gara INPS “Servizi di Sviluppo applicativo”

Con una determina formale di INPS Istituto Nazionale della Previdenza Sociale pubblicata sul portale inps.it, Inmatica, nell’ambito del proprio raggruppamento di Partner, si è aggiudicata in via definitiva la gara INPS comunitaria “Servizi di Sviluppo applicativo”, Lotto 3 “Funzioni di supporto al funzionamento e trasversali”. Il perimetro di intervento previsto dall’affidamento si riferisce ad attività di sviluppo, manutenzione,gestione ed evoluzione del software applicativo dell’Istituto rispondendo principalmente ad esigenze di tempestiva risposta a disposizioni normative cui l’Istituto deve dare seguito.

Le aree tematiche di riferimento del Lotto 3

Le due macro-aree funzionali del Lotto 3 riguardano sia Funzioni Strumentali e di Supporto al Funzionamento intese come Amministrazione e contabilità, Data Integration, Business Intelligence, Datawarehousing, Reporting, Gestione del Personale, Gestione Fiscale, Risorse Strumentali, sia Funzioni Trasversali di Integrazione intese come Gestione Anagrafica, Contact Center, CRM Customer Relationship Management, Gestione Documentale, Incassi e Pagamenti, IT Governance, Machine Learning, Artificial Intelligence, Piattaforme e Servizi Trasversali, Portali e Comunicazione, RPA Robotic Process Automation e Chatbot.

Inmatica rafforza il posizionamento in ambito “Sicurezza sociale”

Con l’aggiudicazione di questo rilevante Lotto di gara, Inmatica rafforza ulteriormente il proprio posizionamento nel dominio afferente ai temi del “Lavoro, Welfare e Sicurezza sociale”, ed intende supportare l’Istituto nel proseguire attivamente il percorso della continua innovazione digitale, per contribuire alla realizzazione dell’Agenda Digitale del Paese e per supportare l’innovazione del modello di servizio verso l’utenza, in una logica utente-centrica, potenziando ulteriormente l’offerta di servizi di telematizzazione sempre più efficaci  ed in modalità multi-canale, e favorendo inoltre economie di cooperazione, interoperabilità e sinergie istituzionali, nella logica del “cloud del welfare”.